X

In viaggio alla scoperta del riciclo di carta e cartone.

Cosa succede dopo il cassonetto? Chi fa funzionare il ciclo del riciclo? E che ruolo abbiamo tutti noi? Se vi siete fatti almeno una di queste domande, siete nel posto giusto.

Chi è Comieco.

Comieco non vede l’ora di conoscervi, ma voi sapete chi è Comieco?

Comieco è il “Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica”.
Una struttura organizzativa (e non produttiva) senza scopo di lucro che - secondo i principi di trasparenza, tracciabilità, efficienza ed economicità - da oltre 35 anni garantisce il recupero e il riciclo di carta e cartone raccolti in modo differenziato nei Comuni italiani.
Sottrarre materiali preziosi - come carta e cartone - alle discariche per dar loro nuova vita è, prima di tutto, un’operazione di buon senso. Ed è l’obiettivo della raccolta differenziata.

La storia inizia nel 1985, quando Comieco disegna quella che oggi è una matura “Economia circolare” in cui tutti abbiamo un ruolo: cittadini, Comuni, impianti di recupero, cartiere e aziende cartotecniche.
Il cerchio si chiude. Ma gira da solo? Non ha bisogno di controlli, guide e soprattutto, energia propulsiva? Certo. Per questo, al centro del cerchio c’è Comieco.

Parallelamente, il Consorzio si impegna anche in attività che vanno dalla prevenzione (imballaggi sempre più sostenibili) alla sensibilizzazione dell’opinione pubblica per favorire la cultura dell’economia circolare e far conoscere le possibilità di una risorsa naturale, rinnovabile e riciclabile come carta e cartone. RicicloAperto è una di queste.